A cosa serve una carta prepagata con IBAN? Vantaggi e funzionamento

carte prepagate con iban vantaggi e svantaggi

Le carte prepagate con IBAN sono delle semplici carte prepagate che permettono anche di effettuare e ricevere bonifici bancari. Uno degli usi principali di queste carte è quello di pagare gli acquisti online.

A differenza delle carte di credito e di debito, le carte conto prepagate non sono collegate ad alcun conto. Tuttavia, ti danno accesso a un IBAN, che è utile in molte situazioni. Poiché si tratta di carte ricaricabili, il proprietario deve ricaricare manualmente il denaro di cui avrà bisogno per pagare. Questo tipo di carta è apprezzata per la sua sicurezza, perché in caso di furto si potrebbe spendere solo il denaro caricato su di essa.

Come il resto delle carte disponibili sul mercato, le carte prepagate consentono di pagare gli acquisti sia nei negozi fisici che su Internet. Tuttavia, negli ultimi anni, le carte prepagate virtuali (non fisiche) sono diventate molto di moda. Con esse si possono effettuare solo acquisti online, poiché il cliente non li possiede fisicamente.

Se segui i nostri consigli, scegliere la carta prepagata con IBAN adatta a te sarà un gioco da ragazzi.

A cosa servono le carte con IBAN?

Come il resto dei metodi di pagamento disponibili sul mercato, le carte prepagate presentano vantaggi, ma anche svantaggi, e le loro operazioni sono limitate per loro stessa natura. A seconda di cosa vogliamo farne e di quali sono le nostre esigenze, saranno un prodotto più o meno adatto a noi.

Vediamo, di seguito, cosa si può fare con le prepagate con IBAN.

  • Pagare gli acquisti nei negozi virtuali.
  • Pagare gli acquisti nei negozi fisici purché la carta esista fisicamente o, nel caso di una carta virtuale, sia associata a un portafoglio mobile.
  • Prelevare contanti dagli sportelli automatici (solo se la carta è fisica).
  • Controllare il saldo della tua carta prepagata.
  • Pagare un acquisto a rate.

Come utilizzare e ricaricare le carte prepagate?

Le carte prepagate con IBAN possono essere fisiche o virtuali. Per poterle utilizzare sarà necessario ricaricarle. Per fare ciò, dovremo trasferire sulla nostra carta prepagata il saldo che vogliamo utilizzare, sia da un conto corrente che da una carta.

Una volta caricata la carta, gli acquisti vengono effettuati come con le carte di debito e di credito, sia negli esercizi commerciali che su Internet.

Per pagare un acquisto su Internet è sufficiente inserire il numero della carta, la data di scadenza e il CVV sul gateway di pagamento.

Se la utilizziamo in un negozio, sarà sufficiente passarlo attraverso il terminale di pagamento. Possiamo usarlo per prelevare denaro da un bancomat (attenzione, a seconda della banca ci saranno commissioni o meno…), ma solo se la carta è fisica.

È importante sottolineare che, se la carta prepagata è virtuale, può essere utilizzata nei negozi fisici solo se collegata a un portafoglio su smartphone come Apple Pay o Google Pay.

Se, dopo averla utilizzato, il saldo si esaurisce, sarà necessario ricaricarla per il prossimo acquisto. L’attivazione delle carte prepagate con IBAN è piuttosto semplice. Per richiederle è infatti sufficiente collegarsi sul sito dell’emittente della carta.

Oggi, con l’arrivo in rete dei servizi di virtual banking, in molte banche vengono promosse le carte prepagate virtuali. Sono le uniche carte totalmente virtuali che esistono sul mercato, poiché hanno solo i numeri e i dati necessari della carta. Queste carte sono ideali per gli acquisti su Internet.

Come ricaricare le carte con IBAN?

Il processo è semplice e può essere effettuato da un conto corrente o da una carta con questi diversi mezzi: dall’App, da uno sportello automatico, tramite bonifico.

A cosa dovresti prestare attenzione prima di richiedere una carta prepagata con IBAN?

Se vogliamo stipulare un contratto per una carta prepagata ed essere sicuri di aver capito bene, dobbiamo prestare particolare attenzione ai seguenti punti:

La carta è virtuale o fisica? A seconda dell’uso che se ne vuole fare, sarà sufficiente una carta prepagata virtuale oppure sarà necessaria una carta fisica.
Ha commissioni? Logicamente, meno spese ci sono, meglio è. Idealmente, le carte prepagate con IBAN più note non hanno commissioni.
Può essere collegata a un wallet mobile? Se sei un fan del pagamento con il cellulare, prima di richiedere una carta, puoi verificare se può essere associata a un portafoglio virtuale come Samsung Pay, Apple Pay o Google Pay. Allo stesso modo, se la carta è virtuale, collegarla a un portafoglio sarà l’unico modo per pagare con essa nei negozi fisici.
Quali sono i suoi limiti? È anche importante consultare i limiti, poiché influenzeranno le nostre attività. Ci riferiamo all’importo minimo e massimo che può essere addebitato sulla carta, il massimo importo che può essere speso con essa, ecc.

Conclusione

Come hai potuto notare, le carte con IBAN sono qualcosa di davvero utile che tutti dovrebbero avere nel proprio portafoglio.

Se hai qualche dubbio non esitare a lasciare un commento qui sotto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.